Convivio 2008: come non organizzare un evento


Convivio 2008

Ne sento parlare da anni. Convivio è ormai arrivata alla sua nona edizione. E’ la mostra mercato delle grandi firme dell’alta moda scontate del 50% il cui ricavato viene devoluto all’Anlaids. Finalmente quest anno riesco a trovare una serata per sfruttare questa occasione di cui tutte le mie amiche mi hanno sempre parlato. E’ venerdì sera. A Milano piove a dirotto. Arrivo all’ingresso inzuppata come un pulcino e mi infilo nella prima porticina che trovo. E’ l’ingresso dei volontari. Trovo una signora che in modo molto sgarbato mi chiede dove stessi andando. Dico che vorrei entrare in Fiera. Mi blocca e mi costringe ad uscire nuovamente sotto l’acqua per entrare dall’ingresso principale. Già mi viene voglia di andarmene, ma la strada per raggiungere la macchina è più lunga di quella per arrivare all’ingresso, quindi scelgo la strada più corta. L’allestimento è squallido. Decine di box grigi transennati come le corsie dei check-in degli aeroporti. Illuminazione al neon che mortifica anche il più lussuoso capo di alta moda. Vestiti alla rinfusa su bastoni appendiabiti. Personale scortese. D’accordo lo scopo è benefico, ma davvero non si poteva fare di meglio?

Annunci

Architetto per de-formazione, creativa per passione. Esperienze eclettiche dalla progettazione all’insegnamento, dal web al graphic design.

Tagged with: , ,
Pubblicato su eventi
2 comments on “Convivio 2008: come non organizzare un evento
  1. Marco Ciaccia ha detto:

    Anche la comunicazione per via di affissioni mi è sembrate particolarmente sbagliata, poco chiara; vedo una scritta gigantesca su sfondo rosso “Convivio” in via Beatrice d’Este e mi sono dovuto quasi fermare con la macchina per capire di cosa si trattava (parlando di marketing esperienzale…) e devo dirti che non c’era niente sul contenuto della manifestazione evento.

  2. dinamovale ha detto:

    Assolutamente male organizzato. Location triste, personale scortese, pochi capi a disposizione (alcuni dei quali già rovinati..) e prezzi per lo più broibitivi, nonostante il tanto pubblicizzato sconto del 50%.
    Più che un’iniziativa benefica, aveva tutta l’aria dell’ennesima trovata pubblicitaria per creare buzz intorno alle solite griffe e alle solite facce dello (pseudo) spettacolo.
    Brutto voto basso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Me on Instagram
Sunset #loano #sea # sunset #happy nessuno #love #friends #echimammazza Storie di fan. Vol. 2. #ermalmeta #musicastelle #musicastelleoutdoor #musicastelle2017 #anteysaintandré #valdaosta #vda #lovevda #lagolod #vietatomorire #vietatomoriretour #concert #love Ph. @sinixlab Storie di fan. Vol. 1. #ermalmeta #musicastelle #musicastelleoutdoor #musicastelle2017 #anteysaintandré #valdaosta #vda #lovevda #lagolod #vietatomorire #vietatomoriretour #concert #love Ph. @sinixlab Meraviglia nella meraviglia. #ermalmeta #mucicastelle #valdaosta #lovevda #concert #soundcheck #anteysaintandré Buio e luce sono figli del sole. #venaria #venariareale #ermalmeta La realtà è una merda, ma non finisce qua. #brunorisas #brunori #carroponte #concerto #happy #chounamicoscemo Riflessi #milanophotoweek #widephotofest #djset #deejay #milano #night A night in Milan. Erano anni... #milano #milano #night #navigli #friends #mettereglihashtagacazzo #nonchopiuleta
Si parla di…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: